Il tappeto del soggiorno: caratterizzante o neutro?


Dipende. Dipende dallo spazio a disposizione inteso non solo in termini di metri quadri ma anche in base alle caratteristiche dell’ambiente e quindi gli elementi che già lo compongono. Il gusto personale è sottinteso. Prosegui nella lettura dell’articolo per avere alcune linee guida utili per la scelta del tuo tappeto del soggiorno.

Osare si ma senza eccessi.

Se si posseggono già elementi importanti, un tappeto caratterizzante potrebbe creare disarmonia. Meglio quindi se inserito in un ambiente piuttosto basic. Mi sento inoltre di consigliarlo solo se lo spazio a disposizione sia piuttosto grande altrimenti si rischia di creare l’effetto pugno in un occhio!

Neutro non vuol dire piatto

Se si opta per un tappeto neutro, questo non necessariamente sarà della stessa tonalità degli elementi che compongono il soggiorno. Lo richiamerà ma non sarà identico né tanto meno tono su tono. Si rischierebbe di appiattire l’ambiente rendendolo monotono.

Una volta presa questa decisione subentrano altre domande: la forma, pelo lungo o pelo corto, vintage o moderno, geometrico o romantico, ecc.. Non è detto che chi abbia una casa moderna non possa mettere un tappeto vintage. E’ divertente accostare stili diversi in maniera armoniosa.

Le immagini inserite in questo articolo derivano da un sito specializzato sulla vendita di tappeti, di cui vi riporto il link:

https://www.benuta.it/?gclid=Cj0KCQjwjYHpBRC4ARIsAI-3GkF5ngkkj1quPY0O4ZHSsjylPoIzddMvJkYqByeoUnclGNY3m7hNwrkaAmJFEALw_wcB

Potrete trovare tante proposte interessanti e per tutte le tasche.

Per altre idee sulla zona Soggiorno leggi l’articolo “Come definire gli ambienti open space“.

Home Decoration

Per essere sempre aggiornati vi invito a seguire la mia pagina Facebook e Instagram

Articolo creato 8

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto